Acquisti “in-app”: La Commissione Europea con Apple e Samsung

La Commissione Europea, tra ieri e oggi, si sta incontrando con i grandi della tecnologia (Apple e Google) in quanto spera di mettere fine alle lamentele giunte da tutta Europa riguardo gli “acquisti in-app” involontari.

168267-1280

L’economia delle app in Europa si sta espandendo: è un settore che riguarda più di un milione di persone e ci si aspetta che possa raggiungere il valore di 63 miliardi di euro nei prossimi cinque anni. Secondo le analisi effettuate da Distimo, circa l’80% del fatturato arriva dagli acquisti fatti all’interno delle app con la funzione di “acquisto in-app” che permette agli utenti di accedere a contenuti speciali o addizionali. Per lo sviluppo dell’economia delle app, però, i consumatori devono riuscire a fidarsi dei prodotti che utilizzano. Oggi ancora non è così.

Il mercato europeo dei giochi online, è costituito per oltre il 50% da giochi gratuiti che però al loro interno celano degli “acquisti in-app” non espliciti. In molte occasioni i consumatori non si rendono neanche conto di aver speso del denaro con la funzione di “acquisto in-app” in quanto le carte di credito sono collegate all’account utilizzato su iTunes in automatico e quindi è necessario solo inserire la password di iTunes per effettuare acquisti indesiderati (soprattuto se poi i messaggi di acquisto all’interno delle app vanno a celare la parte relativa al pagamento e utilizzano frasi generiche). Soprattutto i bambini sono vulnerabili a questo tipo di funzione, in app o giochi che sono si gratis da scaricare ma non da utilizzare. Dopo le lamentele arrivate da grande parte dell’Europa, la Commissione europea ha deciso di incontrare ieri e oggi (27 e 28 Febbraio) sia le autorità nazionali, sia le grandi aziende tecnologiche come Apple e Google.

Alle aziende sarà chiesto di cercare velocemente una soluzione al problema in modo da consentire una tutela maggiore sui consumatori. In ogni caso, si è detta, insieme alle autorità nazionali, di voler preseguire con le azioni che si renderanno necessarie.

 

Ricordiamo che recentemente Apple ha trovato un accordo con la FTC riguardo gli acquisti in-app e  dovrà restituire più di 37,000 acquisti in-app effettuati dai bambini all’insaputa dei genitori.

[via]

iPad Pro 11 in sconto su amazon logo

News iPad