macOS Catalina su iPad grazie ad una virtual Hackintosh

Sfruttando una macchina Hackintosh virtuale, è possibile installare il sistema operativo macOS Catalina su un iPad Pro 2020. Ecco i dettagli.

Su YouTube, l’esperto Yevgen Yakovliev ha condiviso alcune informazioni su come installare macOS Catalina su un iPad Pro 2020, il tutto sfruttando una macchina Hackintosh virtuale.

macos catalina ipad

Yevgen ha utilizzato l’app UTM per eseguire macchine virtuali su dispositivi iOS, quindi ha avviato un processo per creare un Hackintosh virtuale con un metodo condiviso su GitHub chiamato OSX-KVM. KVM è un’utility per macchine virtuali basata su kernel open source integrata in Linux. Nello specifico, KVM consente di trasformare Linux in un hypervisor che consente a una macchina host di eseguire più ambienti virtuali isolati.

In particolare, Kholia, che ha pubblicato le risorse OSX-KVM su GitHub, afferma che ha eseguito macOS Catalina su iPad grazie ad una Virtual Hackintosh basata su cloud.

Per quanto riguarda la legalità di tutto questo, Kholia ha condiviso quanto segue:

La stringa “segreta” di Apple OSK è ampiamente disponibile su Internet. È anche incluso in un documento pubblico condiviso da un tribunale. Non sono un avvocato, ma sembra che i tentativi di Apple di far trattare la stringa OSK come un segreto commerciale non abbiano funzionato. Per questi motivi, la stringa OSK è inclusa liberamente in questo repository.

Il mio obiettivo è abilitare attività educative basate su macOS, build e test, debug del kernel, inversione e ricerca sulla sicurezza di macOS in modo semplice e riproducibile senza essere “investito” nell’ecosistema chiuso di Apple.

Ecco il video:

iPad Air 4 di nuovo in offerta su

News iPad