I lavoratori della Foxconn non sono contenti della diminuzione delle ore di straordinari

Nella giornata di ieri vi avevamo parlato della decisione da parte della FLA di obbligare la Foxconn a ridurre le ore di lavoro dei dipendenti. Secondo alcune testimonianze, i lavoratori sono tutt’altro che contenti di questa riduzione.

Eccovi in breve alcune testimonianze raccolte e pubblicate da Reuters:

Chen Yamei ha 25 anni e lavora alla Foxconn da ormai 4 anni. “Ci è appena stato comunicato che potremo avere al massimo 36 ore di straordinari al mese, vi posso dire che molti di noi sono scontenti di questo. Noi pensiamo che circa 60 ore di straordinari mensili siano una cifra ragionevole e che 36 sia effettivamente troppo poco”. Oltre a questo egli aggiunge che, comprese le ore aggiuntive, il suo salario è di circa 634$ al mese (4000 yuan).

Per molti di noi tale monte ore è da ritenersi assolutamente irraggiungibile e troppo alto, tuttavia per i semplici operai della zona è a dir poco vitale. Basti pensare che, in seguito alle diminuzioni richieste dalla FLA, molti operai chiedono straordinari che effettivamente non potranno mai ottenere. Ciò che cambia dall’Italia alla Cina è la mentalità, sebbene è risaputo che vengano sottopagati, la loro intenzione è quella di guadagnare il più possibile pur passando la notte all’interno della fabbrica stessa.

[via]

HotAcquista iPhone 15 su Amazon!
News iPad