Stati Uniti: un giudice approva il patteggiamento con tre editori nel processo sui prezzi degli eBooks

Sembra che un giudice statunitense abbia approvato i termini del patteggiamento con tre degli editori coinvolti nel processo sui prezzi degli eBooks.

Un giudice ha quindi approvato i termini proposti per il patteggiamento con tre editori coinvolti nel delicato processo sul prezzo degli eBooks che ha ultimamente provocato non poco scalpore. I tre editori in questione, ovvero Hachette Book Group, Simon & Schuster ed HarperCollins, hanno tutti accettato di patteggiare con il Governo, scegliendo così di evitare il processo, a cui invece saranno presenti Apple, Macmillan e Penguin Group il giugno del 2013.

Come parte dell’accordo, ognuno degli editori dovrà porre fine ai contratti attualmente esistenti con Apple entro una settimana, ma i termini non finiscono qui. A loro viene anche richiesto di terminare contratti con qualsiasi rivenditore di eBooks in cui siano presenti delle clausole in grado di compromettere la possibilità per il rivenditore di imporre il proprio prezzo. Inoltre gli editori non potranno firmare alcun contratto con rivenditori di eBooks per i prossimi due anni qualora siano presenti dei termini in grado, anche in questo caso, di impedire a quest’ultimi di scegliere il prezzo a propria discrezione.

Prima che arrivasse l’approvazione da parte del giudice sia diverse compagnie che individui hanno avuto la possibilità di condividere le proprie opinioni in merito. Mentre tuttavia sono state diverse le obiezioni, come ad esempio quelle dell’American Booksellers Association, la Authors Guild e Barns & Noble, il giudice Cote non avrebbe riscontrato alcuna argomentazione tale da poter bloccare l’approvazione del patteggiamento.

[via]

PromoProva Audible fino a 3 mesi gratis!
News iPad