Recensione Apple iPad 8: il migliore della classe! – VIDEO

Nel 2020 l'iPad arriva alla sua ottava generazione, si rinnova nell'hardware, si completa con il software ma non cambia nel prezzo. Lo abbiamo radiografato per voi.

Il nuovo iPad 8 è stato ufficializzato nel corso dell’ultimo evento Apple ed introduce piccoli ma mirati upgrade rispetto a quanto visto lo scorso anno con il modello di precedente generazione. Lo abbiamo provato per qualche giorno e ve lo raccontiamo oggi all’interno della nostra recensione completa.

Il fascino della semplicità

In principio fu l’iPad. E l’iPad è ancora. Nonostante l’avvento dei modelli Mini, Air e Pro, l’indiscutibile fascino dell’iPad puro e semplice continua a solleticare le menti (e i portafogli) di tantissimi, appassionati e non. Questo è l’anno di iPad 8o di iPad 2020 se preferite – un prodotto intelligente, completo, affidabile e ben a fuoco che si propone in assoluto come “il” tablet da scegliere ad occhi chiusi.

Rispetto al passato iPad 8 non rinnega le fondamenta e sceglie innanzitutto un design assolutamente iconico, con una cover posteriore realizzata in alluminio, leggermente arrotondata ai bordi, e con uno schermo Retina da 10.2 pollici con cornici sicuramente meno spesse rispetto al passato ma pur sempre più evidenti rispetto a quelle dei modelli Pro. Anche i colori non cambiano e vengono infatti riproposte le colorazioni Argento, Grigio Siderale e Oro. Con più spazio a disposizione – ma anche con minori costi vivi per contenere poi il prezzo – trova anche spazio il tasto Home con il Touch ID di seconda generazione che soffia il ruolo di sensore biometrico al Face ID, qui non presente a differenza del nuovo iPad Air e degli iPad Pro.

Tornando però allo schermo, se l’incremento di diagonale che si è avuto già da un anno è positivo, quest’anno ci si poteva aspettare finalmente uno schermo laminato che però, sfortunatamente, non arriva sul nuovo iPad 8. Questo vuol dire che viene riproposta forse una delle criticità più fastidiose di questo prodotto, cioè un produzione di riflessi da parte dello schermo piuttosto evidente quando l’iPad viene usato in controluce. A favor di luce, con poca luce o al buio chiaramente il problema non si manifesta. Resta tuttavia un limite che sicuramente l’utenza comune percepirà in maniera ridotta rispetto a quanto potranno fare gli appassionati tech-addicted.

A restare semplice e perfettamente identica al passato è anche la componente fotografica del nuovo iPad 8 che annovera sempre una FaceTime Camera HD frontale per videochiamate di buona qualità e una fotocamera singola posteriore da 8 megapixel che permette di fare buone foto quando serve. Ma la domanda è: con un iPad, quando serve?

Potente quanto un Pro

L’unica differenza hardware concreta rispetto al precedente iPad da 10.2 pollici risiede nel processore. Apple ha infatti scelto di includere il nuovo processore A12 Bionic all’interno di iPad 8 e questo ha determinato un incremento sostanziale di prestazioni rispetto al passato. L’architettura resta a 64 bit ma il processore viene potenziato dalla Neural Engine che per la prima volta trova spazio anche su un iPad non-Pro e non-Air. Questo processore è un esa-core che include una GPU quad-core (sviluppata internamente da Apple) che riesce ad offrire prestazioni grafiche raddoppiate rispetto a quelle del precedente iPad base. Non cambiano le memorie con il modello base sempre fermo a 32 GB e con la versione top di gamma con 128 GB a disposizione. Chiaramente il nuovo iPad arriva sia in versione WiFi che in versione Cellular, quest’ultima compatibile anche con la E-Sim per consentire agli utenti di creare al volo una scheda e utilizzarla in situazioni di difficoltà, anche senza la necessità di recarsi materialmente nel negozio di un operatore. La versione Cellular può inoltre fare affidamento sulla connessione LTE di classe GigaBit.

Secondo Apple il nuovo iPad 8 è addirittura sei volte più veloce dei tablet Android più venduti e due volte più rapido rispetto ai computer Windows più venduti che competono nella stessa fascia di prezzo di questo iPad. Al di la di queste percentuali, però, quello che dovete sapere è che iPad 8 è davvero rapido, praticamente quasi quanto un iPad Pro, e questo non è affatto un dato da sottovalutare se consideriamo la differenza di prezzo tra l’iPad base e il più economico degli iPad Pro.

Accessori per ogni evenienza

iPad 8 viene proposto con un potente mix di accessori a corredo: si parte da lei, l’inimitabile Apple Pencil con cui prendere rapidi appunti, disegnare, fare foto editing, ecc. Purtroppo però la funzione Scribble non è compatibile con la Apple Pencil di prima generazione e quindi se sceglierete questo iPad non potrete usufruirne. In un’ottica di budget la Apple Pencil di prima generazione rappresenta sicuramente un’opzione interessante in quanto ha un costo ridotto di un terzo rispetto a quello della Apple Pencil di seconda generazione. Certamente permangono alcune criticità superate con il modello di seconda generazione, come la latenza leggermente più elevata e l’assenza di un supporto magnetico per collegarla all’iPad; ma soprattutto questa Apple Pencil si ricarica tramite la porta Lightning dell’iPad e questa pratica resta tra le situazioni più ambigue della storia tech recente.

Oltre alla Apple Pencil il nuovo iPad 8 è dotato di uno Smart Connector per collegare l’originale Apple Smart Keyboard che è rimasta la stessa che trovavamo sulla precedente generazione e sul vecchio iPad Pro da 10.5 pollici. La comodità di poter utilizzare una tastiera su un dispositivo con dimensioni di schermo già importanti è sicuramente un vantaggio, tanto più dopo le tantissime gesture e scorciatoie di sistema che sono state introdotte con iPadOS 13 e iPadOS 14, tra cui non può essere ignorata la nuova ricerca universale richiamabile con un CMD+spazio in qualsiasi situazione, non solo nella Home ma anche nelle app. Anche in questo caso appoggiamo la scelta di Apple di “semplificare” la tastiera compatibile con questo iPad poiché il costo di questo accessorio è praticamente dimezzato rispetto alle Smart Keyboard con trackpad degli iPad Pro.

In definitiva con 667€ – stando ai prezzi di listino – riuscirete a portarvi a casa l’iPad 8 base (32 GB, WiFi) con matita e tastiera, in modo tale da godervi l’esperienza iPad più completa possibile senza incidere troppo sul portafoglio. Se avete intenzione di fiondavi sull’Air, invece, sappiate che vi serviranno 2€ in più per il solo iPad Air WiFi da 64 GB senza alcun accessorio. Parlando di convenienza, iPad 8 vince quindi a mani bassissime.

OS evoluto e batteria da vendere

Pur non essendo una caratteristica esclusiva di questo modello, iPad 8 arriva on iPadOS 14 preinstallato e di conseguenza può usufruire di interessanti soluzioni, come la nuova ricerca universale che si può richiamare non solo nella Home ma anche nelle applicazioni (a patto di disporre di una tastiera, come detto prima) il nuovo Siri con traduttore integrato e interfaccia discreta, le nuove app con sidebar in app come Mail, Foto, Musica, i miglioramenti a Casa e HomeKit, il nuovo Privacy Report in Safari (che ora è anche più veloce), i nuovi widget ridisegnati, le chiamate compatte e i miglioramenti in Messaggi e Mappe. Per chi dovesse inoltre utilizzare le AirPods Pro, l’iPad 8 sarà in grado di utilizzare la funzione Audio spaziale che è stata particolarmente apprezzata dai nostri lettori dopo il rilascio di iOS 14 e iPadOS 14, nonché l’abbinamento smart e immediato tra i vari dispositivi collegati con il medesimo account Apple.

Un’altra conferma, dopo quella del software, arriva dall’autonomia del tablet Apple che resta a tutti gli effetti in linea con quella dell’iPad dello scorso anno e con quanto dichiarato dalla stessa Apple. Ci si attesta in definitiva sulle 10 ore di utilizzo, con un battery drain abbastanza uniforme sia quando si utilizzano app e giochi particolarmente pesanti che nei casi in cui l’iPad viene sfruttato in maniera più leggera. La ricarica del prodotto viene nuovamente affidata al connettore Lightning e questo iPad 8 resta l’ultimo, in sostanza, a non scegliere il connettore USB-C dopo che anche l’iPad Air ha completato la transizione verso il nuovo connettore.

Conclusioni

A 389€ l’iPad 8 è il tablet definitivo da acquistare se siete alla ricerca di un prodotto che vi permetta di fare esattamente ciò che fate con lo smartphone ma adottando un form factor più comodo e “da divano“. A 667€ è invece l’iPad perfetto per chi cerca un’esperienza completa fatta di tablet, tastiera e matita, che vi permetta di esplorare al meglio le opportunità offerte da iPadOS 14. Insomma, questo è l’iPad giusto per tutti: per lo studente che ha bisogno di prendere appunti o compilare un documento di testo, per il grafico che ha bisogno di un dispositivo leggero e versatile per completare dei piccoli progetti on-the-go, per la casalinga che lo utilizzerà per annotare la lista della spesa, per l’anziano che si avvicina per la prima volta alla tecnologia e vuole esplorarla con sicurezza e affidabilità, per il nerd di vecchia data stanco di inseguire le novità e che preferisce un dispositivo affidabile e al giusto prezzo. Come dicevo, questo è l’iPad per tutti. Davvero!

8,3

iPad 8 è il tablet da scegliere per due motivi: perché nel panorama dei tablet è la soluzione Apple più economica e poi perché, oggettivamente, una vera concorrenza non esiste. Se nel 2020 avvertite l’esigenza di acquistare un tablet ma non sapete bene su quale modello fiondarvi, smettete di cercare: l’iPad 8 è ciò che fa per voi.

  • Design
    7
  • Schermo
    7,5
  • Hardware
    8,5
  • Audio
    7,5
  • Fotocamera
    7
  • Connettività
    8,5
  • Software
    9,5
  • Batteria
    9
  • Qualità/Prezzo
    10
News iPad