iPad contro tutti: BlackPad, Samsung Slate, Nokia MeeGo, Htc TableTouch…

San Francisco: Gennaio 2007. Chi potrà mai dimenticare Steve Jobs, con i due indici che tengono in equilibrio quello strano oggetto dal design perfetto, che dichiara nello stupore generale come Apple da quel giorno avrebbe ri-inventato il telefono cellulare? Beh, sono passati più di tre anni, e ancora adesso, dopo 3 generazioni di iPhone, nessuno dei concorrenti storici è riuscito ad ideare un prodotto simile tra le decine di modelli lanciati sul mercato.

E non parlo di design, dove forse effettivamente l’iPhone sente il bisogno di un rinnovamento, bensì dell’assoluta perfezione della sua interfaccia e del suo multi-touch, che hanno cambiato per sempre il nostro modo di utilizzare un dispositivo mobile.

San Francisco: Gennaio 2010. Si, la frase è la stessa. Chi potrà dimenticare Steve Jobs, (un pò invecchiato e con un fegato nuovo, ma con l’entusiasmo di sempre), con i due palmi, questa volta, che espongono in bella vista un oggetto dal design assolutamente familiare, ma che, dichiara Steve, cambierà per sempre anche il nostro modo di concepire la multimedialità, creando un nuovo segmento, ibrido, che s’incastra alla perfezione tra un dispositivo mobile e un computer portatile?

Beh, è passato solo un mese da quando l’iPad ha cominciato ad entrare nelle abitudini della gente, eppure gli stessi concorrenti storici, e gli stessi Big della telefonia, stanno giá ritentando l’impresa: quella cioè di riuscire a colmare quel gap che divide tanti prodotti normali, da un prodotto eccezionale. La solita storia insomma.

Ma andiamo a vedere insieme chi sono questi cosiddetti “nemici” che nei prossimi mesi lanceranno sul mercato le loro contromisure:

1) RIM: come vi abbiamo preannunciato qualche ora fa, la canadese RIM ha confermato la notizia di un tablet marchiato BlackBerry all’orizzonte. Nelle scorse settimane già si parlava del BlackBerry Tablet dopo aver letto la notizia dell’ordine di display di 8,9 pollici da parte di Rim alla taiwanese Hon Ha. Al momento non ci sono ancora delle notizie certe e tanto meno ufficiali, ma sicuramente questo va a confermare la volontà di Rim di fare concorrenza sotto tutti i fronti a Apple e al suo iPad.
BlackPad potrebbe essere lanciato  sotto il periodo natalizio, per accaparrarsi, sfruttando la novità, una buona fetta di mercato. Staremo a vedere.

2) SAMSUNG: è ormai certo che Samsung stia lavorando su un Tablet, basato su processori Atom e sistema operativo Windows Mobile 7, concentrandosi principalmente sugli aspetti di iPad che Philip Newton definisce “il tallone di Achille” del prodotto Apple, e cioè la modesta potenza del processore impiegato e nella mancanza di connettività che lo rende un sistema “chiuso”.

3) HTC: certamente non stanno a guardare lí a Taiwan quelli di Htc. Nel corso della presentazione dell’ HTC Desire, Legend e Smart in Sudafrica, il portavoce di HTC Quinton Leigh ha fatto trapelare interessanti dettagli riguardanti i progetti futuri del colosso cinese. Stando alle sue dichiarazioni, il tablet HTC dovrebbe essere basato sul sistema operativo Open SourceGoogle Android. Leigh non è stato molto chiaro in merito al progetto, ma ha lasciato comunque intendere che HTC è decisa a contrastare la diffusione dell’ iPad di Apple, realizzando un prodotto all’altezza.

4) NOKIA: Potrebbero starsene con le mani in mano lassù in Finlandia? Pare proprio di no. Dopo aver lanciato, un paio di anni fa, la sfortunata serie di “internet Tablet” 770, seguita poi dai modelli N800-N810 e N900, il colosso nord europeo vuole riprovarci, questa volta spinta da un pensiero fisso: riuscire a competere con l’iPad di Apple. La nuova creatura, da quanto si apprende, sarà dotata di schermo touch e dovrebbe sfruttare la neonata piattaforma open source MeeGo (nata dalla fusione dei sistemi operativi Moblin e Maemo).

Che dire? La battaglia per la nuova era globo-digitale, che vedrà sempre più gente avvicinarsi al mondo touch, è iniziata, e, come sempre, Apple scatta da sola in fuga. Riuscirà qualcuno a riprenderla e, magari, superarla?

Chi vivrà vedrà.


PromoProva Kindle Unlimited fino a 3 mesi gratis!
Aggiornamenti