Isle of Tunes HD: sim-sintetizzatore – la recensione di iPadItalia

Storia (vera) della mia esperienza con Isle of Tunes HD. Scarico il gioco e sono subito entusiasta: quanto è bellino! Inizio a costruire con baldanza una splendida cittadina: alberelli, fiorellini e tante casette multicolore. Poi schiaccio il tasto GO e realizzo che non ho capito nulla: Isle of Tunes non è Sim City. Isle of Tunes HD è un meraviglioso esperimento di sintetizzatore musicale un po’ alternativo e quella che sembra una città in realtà è molto, molto di più.

Ognuno degli elementi di Isle Of Tunes HD rappresenta un suono. Quella che sembra una casetta, in realtà è una percussione. Cambiando il colore del tetto, si cambia il tipo, e cambiando la forma si altera il tempo. Insomma: quella che state costruendo non è solo una città, è un brano musicale vero e proprio.
Me ne sono accorta andando a vedere le isole degli altri: musiche complessissime e meravigliose, dai toni tecno e dai ritmi sincopati. Non ci sono limiti al numero di elementi che potete posizionare: l’unico argine alla vostra fantasia è dato dalle dimensioni stesse dell’isola, che potrete riempire come meglio credete con gli elementi a vostra disposizione.
Sembra un banale gioco di costruzioni, insomma, ma in realtà è qualcosa di davvero affascinante… se capite come farlo funzionare! Per creare una bella musica infatti non basta andare a tentativi: ci vuole parecchia organizzazione  e qualche competenza musicale. Forse dovrete anche sacrificare un po’ l’estetica della vostra città, in nome della sua funzionalità: almeno in questo Isle of Tunes HD ricorda un po’ Sim City.

Senza dubbio il mio approccio (“Qui faccio un boschetto, qui invece il quartiere residenziale”) non è quello giusto: questo non è un gioco, questo è un vero e proprio sintetizzatore, e la sua apparenza così giocosa può trarre in inganno. Dover pensare alla musica in termini strutturali non è per nulla facile e a volte sembra di avere a che fare più con un puzzle che non con un gioco ritmico: ci vuole una notevole dose di strategia per ottenere quello che si vuole, usando alberelli multicolore e mazzi di fiori al posto di vere note musicali.

Uno degli aspetti più divertenti del “gioco” è andare a vedere le isole altrui: è possibile visitarne un gran numero ed è impressionante vedere quello ceh certi utenti sono riusciti a fare, ricreando brani musicali celeberrimi a suon di villaggi, o costruendo casetta dopo alberello composizione interamente originali.

La grafica del gioco, nella sua semplicità, è molto carina… almeno per un sintetizzatore! Certo, gli elementi a disposizione sono pochi se state cercando di giocare alle costruzioni (che non è esattamente lo scopo principale del gioco), ma sono tutti decisamente graziosi e ben congegnati. L’idea di far condurre le linee musicali alle macchine poi è veramente spassosa.
Isle of Tunes HD è davvero un prodotto molto particolare: se amate la musica e sapete cosa state facendo, rischiate di innamorarvene perdutamente. Ma se volete solo un mezzo con cui “perdere tempo” forse fareste meglio a provare prima al versione disponibile online via browser, perfettamente gratuita: usare Isle of Tunes correttamente comporta una certa dose di competenza musica e tanto esercizio. E potrebbe non essere il passatempo adatto a tutti…

Isle of Tunes HD è disponibile su App Storea 2,39 €

HotAcquista iPhone 15 su Amazon!
App Store