Confrontiamo tutte le tariffe per iPad degli operatori italiani!

Ecco il quadro completo di tutte le tariffe Tim, Vodafone, Wind e H3G da utilizzare per navigare in internet con iPad. Il tablet di Apple in versione 3G permette di acquistare una microsim che gli operatori hanno relizzato ad hoc e navigare in mobilità con una tariffa ad hoc. Chi offre la tariffa migliore? SosTariffe le mette tutte a confronto con uno studio completo realizzato anche per iPadItalia.

Tariffe iPad Vodafone

Le prime tariffe internet proposte erano fuori mercato (e fuori di testa, 30 euro al mese). Vodafone si ravvede e propone la tariffa Internet Facile Sempre per iPad: navigazione flat senza limiti.

Con 15 euro al mese si può navigare per tutto il tempo che si vuole senza sorprese: 500 mb al giorno ad alta velocità e nessun costo oltre soglia. Niente più addebiti ingiustificati a 15 euro per 15 Gb fa di Vodafone la tariffa più conveniente (rapporto 1GB/1€). Superata la soglia massima di alta velocità, per preservare anche la rete e la navigazione degli altri operatori, la velocità diminuisce a 64kbps ma non ci sarà nessun costo aggiuntivo per tutto il traffico extra. La navigazione diventa molto lenta ma è ancora possible controllare la posta e utilizzare programmi di chat senza problemi.

Tariffe iPad Tim

Tim ha appena ufficializzato le tariffe per iPad: con 9 si può navigare fino a 1Gb di traffico mentre sono 3 i Gb disponibili con la tariffa mensile da 19 euro.

Un costo non proprio conveniente (9€/GB per la prima e 6,3€/GB per la seconda), considerando anche che se si sfora la soglia si paga 50 cent a Mb.

Tariffe iPad H3G

H3G ripropone Superinternet anche per iPad: 3 GB di traffico a 5 euro al mese. In termini assoluti la più conveniente (1,6€/GB) anche se molti utenti dichiarano di soffrire di una velocità non proprio elevata. Superata la soglia si paga 20 cent ogni 10 Mb.

Tariffe iPad Wind

Wind ha introdotto le microsim per poter sfruttare le attuali tariffe internet mobile anche con iPad 3G: si può attivare Internet No Stop che include 1 GB di traffico a 9 euro mensili o Mega unlimited che consente di navigare per 10 GB di traffico al costo di 20 euro al mese (9€/GB per la prima e 2€/MB per la seconda).

La convenienza c’è in quanto Wind (come Vodafone) non fa pagare l’eventuale traffico oltre soglia (facile sforare con la tariffa internet small da 1GB): viene ridotta la velocità a 32 kbps ma si è tranquilli di non vedersi sul conto telefonico addebiti che corrispondono a veri e propri salassi.

Oltre al prezzo, il servizio

La copertura 3G/HSPA di TIM è tra le più capillari, la velocità della rete è abbastanza elevata, il servizio clienti è gratuito e disponibile. La navigazione è possible ad una velocità accettabile anche nelle zone più remote grazie alla copertura EDGE, la migliore in Italia. Purtroppo le tariffe tra le più care e il traffico incluso può risultare troppo poco.
La copertura 3G/HSPA di Vodafone è decisamente buona, quasi allo stesso livello di TIM. Non dispone di copettura EDGE e la navigazione in GPRS risulta possible ma molto lenta. La rete, dal test effettuato, si mostra tra le più veloci, ottima per un’esperienza di navigazione mobile.
La nuova tariffa proposta da Vodafone (a 15 euro mensili) è attualmente la migliore soluzione (per rapporto traffico incluso/costo) che permette di navigare senza problemi, vedere video, contenuti multimediali senza mai preoccuparsi di addebiti aggiuntivi in bolletta. Il nuovo prezzo della tariffa Vodafone esce dal posizionamento di prezzo medio alto e si colloca addirittura ad un livello migliore di Wind e Tim. Inoltre è buono ricordare che l’assistenza clienti al 190 è gratuita e molto efficiente.
Wind soffre della mancanza di un’offerta ad hoc per iPad: 1GB è poco (vale anche per Tim la considerazione) e 10GB sono forse troppi e sicuramente troppo cari (a 20 euro, stesso prezzo di una adsl). C’è da sottolineare che Wind dispone della seconda rete EDGE dopo TIM che permette una navigazione abbastanza fluida anche nelle aree più lontane dai maggiori centri abitati (montagna, collina, e zone di mare poco conosciute).
H3G fa spendere meno di tutti: solo 5 euro e offre un quantitativ0 di dati discreto. Tuttavia è necessario tenere presente che la rete non è così veloce (dicono gli utenti dai commenti) e la copertura disponibile è solo in 3G: in roaming (TIM) il salasso è garantito a meno di non connettersi. Da tenere a mente anche il servizio clienti, accessibile gratuitamente via mail ma a pagamento (per gran parte degli utenti) chiamando il 133.
L’operatore che ha offerto sinora i prezzi più aggressivi si è purtroppo esposto a difficoltà che poteva evitare articolando meglio le tariffe sin da subito per evitare gli usi eccessivi, senza dover ricorrere a DPI per bloccare il traffico P2P o VoIP.
E’ fondamentale il nuovo input tariffario di Vodafone e Wind che vanno ad allinearsi anche con le proposte degli operatori esteri: non importa il tempo di connessione ma bisogna controllare il volume di dati scambiato. Così Wind in primis e Vodafone in seconda battuta iniziano a proporre nuove offerte senza limiti di tempo che si adattano alle esigenze della maggior parte dei clienti e permettono tuttavia di tenere sotto controllo quei pochi che “abusano” della capacità della rete, a discapito del grande pubblico. Si spera quindi che anche gli altri operatori utilizzino la stessa soluzione per ovviare il problema: garantire un quantitativo di traffico a tutti oltre il quale l’utente non deve subire pesante penalizzazioni ( con cifre folli sui costi oltre soglia) o disconnessioni dalla rete. Niente più bill shock, ossia addebiti pazzi nei conti telefonici.
Rimane ancora il dubbio per chi ha un iPad Wi-fi: è possible accedere alle stesse tariffe da un router 3g? Probabilmente no e non è corretto nei confronti degli utenti che si vedono discriminati nonostante utilizzino la stessa tavoletta Apple per un uso pressoché identico.
PromoProva Audible fino a 3 mesi gratis!
Senza categoria