iPad Pro 2019: altre conferme sulla tripla camera

Nemmeno il tempo di goderci le novità viste sugli iPhone 2019 che siamo già pronti per parlare anche degli iPad, nella variante Pro, che potremmo vedere da qui al prossimo ottobre in un evento dedicato.

Si fanno sempre più insistenti le voci che vogliono la medesima riproduzione degli iPhone 11 Pro anche sul resto della gamma dei modelli Pro degli iPad. Sebbene non sia necessario dal nostro punto di vista, sembra ormai scontato che possa arrivare un refresh hardware dei tablet più potenti di Apple in questo 2019 e tra le piccole novità a cui potremmo assistere non dovrebbe mancare proprio l’inserimento di due moduli fotografici aggiuntivi.

Le foto trapelate in queste ore parlano più che chiaramente.

Tuttavia non possiamo non notare come si tratti di un concetto diverso da quello visto sugli iPhone e che, secondo il nostro gusto personale, avrebbe avuto un po’ più senso. Notiamo infatti come le tre camere siano disposte ognuna nei tre angoli del quadrato, mentre il flash LED è stato spostato nella zona inferiore. Insomma si tratta di una soluzione molto simile a una delle prime mostrate relativamente agli iPhone.

Perché su iPad dovremmo avere una conformazione come questa e non la medesima degli iPhone?

Sicuramente ne riparleremo nel corso delle prossime settimane anche perché, dopo la presentazione degli smartphone 2019 di Apple, ora tutta l’attenzione è catalizzata proprio su questi nuovi iPad che sicuramente arriveranno dopo il 4 ottobre sul mercato, ovvero la data dopo la quale si chiuderà come da tradizione la promozione back to school di Apple. Se invece non arriveranno, beh vorrà dire che continueremo ad avere un ciclo di un anno e mezzo circa per quella che è la gamma Pro degli iPad di Apple che, come detto, forse non sente tutto questo bisogno di aggiornarsi a livello hardware già oggi.

A voi una soluzione come questa potrebbe piacere su un iPad? Evidentemente c’è ancora qualcuno che sfrutta il tablet di Apple anche per fare delle fotografie di livello e non soltanto come strumento secondario in caso di assenza dello smartphone.

Novità