Primo teardown dell’iPad Pro 2020 rivela la capacità della batteria e non solo

Su YouTube è stato pubblicato un primissimo teardown dell'iPad Pro 2020, che ci svela alcune caratteristiche della batteria e dello scanner LiDAR.

In attesa di iFixit, un primo teardown dell’iPad Pro 2020 ci offre uno sguardo sugli elementi hardware più importanti di questo nuovo tablet.

teardown ipad pro 2020

Realizzato dal canale YouTube EverythingApplePro, questo teardown non rivela tantissime novità rispetto al precedente modello.

L’iPad Pro 2020 da 11 pollici è alimentato da una batteria da 7.540 Wh divisa in due celle. Si tratta di una leggera diminuzione rispetto alla batteria da 7.812 Wh del precedente modello. Una delle due celle è infatti leggermente più piccola dell’altra, forse per avere lo spazio sufficiente ad ospitare le nuove fotocamere dell’iPad Pro.

Passando al comparto fotografico, il modello 2020 sfoggia una configurazione a doppia fotocamera con un modulo da 10 megapixel per l’obiettivo ultra-wide e un modulo da 12 megapixel per l’obiettivo grandangolare.

La grande novità è lo scanner LiDAR, formato da due moduli con obiettivo uno sovrapposto all’altro. Analizzando gli elementi di questo scanner emergono un trasmettitore VSCEL e un sensore di ricezione. I due componenti lavorano insieme per creare mappe di profondità misurando il tempi impiegato dagli impulsi di luce per viaggiare da e verso una superficie o un oggetto.

È interessante notare che l’intero pacchetto – formato da doppia fotocamera e scanner LiDAR – è più compatto dell’unità a tripla lente installata su iPhone 11 Pro. E’ probabile che una soluzione simile venga adottata su iPhone 12, con tanto di scanner LiDAR.

Il lato anteriore della scheda logica sembra quasi del tutto identico al circuito stampato presente negli iPad Pro 2018, fatta eccezione per la presenza del processore A12Z di Apple. Ci sono alcune piccole modifiche, come i connettori di alimentazione e dei dati riprogettati, e altri chip.

Dal teardown emerge che non sono stati aggiunti miglioramenti strutturali all’iPad Pro, quindi la resistenza alle piegature è praticamente identica al precedente modello. Non è chiaro se alcuni modelli presentano o meno delle leggere curvature, come capitato con gli iPad Pro 2018.

Hardware