Come salvare files di qualsiasi tipo su iPad senza jailbreak – Guida

Una delle limitazioni più importanti per un dispositivo come l’iPad riguarda l’impossibilità di scaricare files di qualsiasi genere in modo nativo. A risolvere questo problema – o meglio a metterci una pezza – è Dropbox, applicazione-client gratuito che permette di accedere all’omonimo servizio da iPad. Vediamo quindi come salvare un file qualsiasi su iPad utilizzando questa utile applicazione.

 

L’applicazione che utilizzeremo per salvare i files scaricati dal web è Dropbox. Dropbox è un servizio gratuito che permette di archiviare online fino a 2GB di contenuti (massimo 8 se si acquista un particolare pacchetto) in modo tale da potervi accedere da qualsiasi postazione, fissa o mobile, inclusi i dispositivi iOS. L’applicazione per iOS è in realtà un client che permette di accedere al proprio spazio Dropbox senza utilizzare Safari ma una applicazione ottimizzata per i dispositivi iOS, siano essi iPhone o iPod touch oppure iPad.

Per prima cosa sarà quindi fondamentale scaricare ed installare Dropbox sul proprio iPad. Se non l’avete già fatto in precedenza, per utilizzare il servizio sarà richiesta una rapidissima registrazione. Il processo durerà davvero poco e non avrà ovviamente costi per l’utente finale. Terminata la configurazione del proprio account, basterà inserire le credenziali di accesso scelte in Dropbox per iOS e si avrà così accesso al proprio spazio online.

Adesso potrete archiviare i vostri documenti su Dropbox, logicamente sia da PC/Mac che dai dispositivi iOS. Arriviamo quindi all’interrogativo alla base di questa guida: come si fa a salvare una qualsiasi tipologia di file su iPad? Come dicevamo non si tratta di una vera e propria soluzione (i file non saranno archiviati nella memoria del telefono) ma quello che vi proponiamo è un utile e indolore rimedio ad una mancanza di iOS.

Come salvare qualsiasi tipologia di file su iPad senza jailbreak

Per prima cosa apriamo Safari e colleghiamoci alla pagina dalla quale intendiamo eseguire il download di un determinato file o archivio. Supponiamo, ad esempio, di voler scaricare l’ultima versione di un tool per il jailbreak appena rilasciato e di volerlo fare dal nostro iPad perché al momento non ci troviamo a casa. Apriamo quindi una nuova scheda in Safari e colleghiamoci a questa pagina. Premiamo quindi il pulsante per avviare il download.

A seconda del peso del pacchetto (in questo caso non elevatissimo) la durata del download potrebbe essere di pochi secondi come di alcuni minuti. Una volta terminato il download, il file scaricato sarà archiviato su Dropbox. Prima, però, dovrete selezionare la directory di salvataggio di Dropbox in cui inserire il file scaricato. Premete quindi su “Apri in Dropbox” ed attendete che Safari vi rimandi all’applicazione selezionata.

A questo punto il file scaricato verrà aggiunto alla directory Dropbox da voi indicata e potrà essere aperto o riprodotto a seconda dei casi. In questo modo potrete scaricare davvero qualsiasi tipologia di file tramite il vostro iPad: dalle immagini ai brani musicali, dai video ai documenti di testo, per arrivare anche agli aggiornamenti di iOS (files .ipsw)!

Dropbox ha comunque alcune piccole limitazioni: effettivamente potrete scaricare davvero qualsiasi file in questo modo, ma comunque non sarete in grado di eseguire o visualizzare gli stessi elementi sul vostro iPad (se proverete a decomprimere l’archivio di Redsn0w il programma restituirà un errore).

Se da una parte questa soluzione può essere effettivamente catalogata come un rimedio ad una mancanza di iOS, dall’altra può essere intesa anche come una funzionalità in più. Ogni file che scaricherete da iPad utilizzando Dropbox verrà sincronizzato in pochi secondi nel vostro spazio online e sarà quindi accessibile da tutti i dispositivi dai quali vi connetterete a Dropbox usando le stesse credenziali. Il funzionamento è perfettamente identico a quello di iCloud.

Con un po’ di pazienza, scoprirete che Dropbox è davvero l’alleato ideale per il vostro iPad.

Guide