iPad: meglio con iPhone OS o con Mac OS X?

Una delle critiche più diffuse che hanno interessato l’iPad è il sistema operativo in quanto molti si aspettavano Mac OS X. La scelta sarebbe stata quella giusta?

Secondo i detrattori del sistema operativo iPhone su iPad, la scelta di implementare Mac OS X avrebbe sancito la sconfitta definitiva di tutti i netbook e tablet Pc con Windows installato. Ma le cose stanno davvero così?

Il primo problema di un sistema operativo desktop portato su tablet riguarda la risoluzione: tutta l’interfaccia è pensata per essere utilizzata tramite puntatore del mouse e una sua implementazione su schermi piccoli (diciamo dagli 11″ in giù) avrebbe sensibilmente ridotto l’area utilizzabile dall’utente a favore delle icone e delle barre menù, che sarebbero state più grandi rispetto alla versione desktop.

Piuttosto che rendere l’iPad un dispositivo più lento e com meno superficie utilizzabile per i contenuti, Apple ha quindi deciso di partire con quanto di buono fatto su iPhone. La risoluzione del melafonino è bassa ma densa, perfetta per terminali di ridotte dimensioni. Anche per la gestione del multitouch è stata usata la stessa tecnologia dell’iPhone, che male si sarebbe comportata su un sistema operativo completamente diverso come Mac OS X. Mentre sull’interfaccia Apple avrebbe potuto lavorare e creare qualcosa di compatibile, tutte le applicazioni presenti su Mac avrebbero dovuto essere riscritte per poi poter essere utilizzate al meglio tramite multitouch.

Anche a livello pratico ci sarebbero stati dei problemi: l’utente che usa il mouse è abituato a puntare verso l’obiettivo, mentre se si utilizza il touchscreen il discorso cambia e risulta difficile usare le dita come un mouse. Ecco perchè Apple ha ideato Cocoa Touch, per rendere l’esperienza utente il più naturale possibile e con un sistema desktop questo sarebbe stato impossibile.

Pensate alla maggior parte degli altri dispositivi mobile: c’è chi usa il trackpad, chi il pennino, tutte scelte implementate proprio per imitare l’uso del mouse. Apple ha pensato diversamente e scegliere Mac OS X per iPad sarebbe stato un passo indietro in quella che vuole essere la strada avviata dalla società di Steve Jobs: facilità di utilizzo, esperienza utente il più naturale possibile, touchscreen perfettamente funzionale.

Anche a livello di applicazioni, come detto prima, la scelta sarebbe risultata errata. Gli sviluppatori sarebbero stati costretti a riscrivere le loro applicazioni e senza poter utilizzare una piattaforma di sviluppo semplice e di successo come quella iPhone. Come Apple ha dimostrato con iWork, si puòportare un’applicazione Mac su iPad/iPhone e con risultati ottimi, utilizzando e sfruttando tutte le caratteristiche peculiari dei due dispositivi.

Insomma, Apple ha fatto la scelta giusta e siamo sicuri che le vendite lo dimostreranno.

[via]

Approfondimenti