Il nuovo iPad Air può sostituire l’iPad Pro?

L'iPad Air di quinta generazione ha caratteristiche molto interessanti, ma probabilmente non bastano per sostituire un iPad Pro.

L’iPad Air di quinta generazione ha il chip M1, supporto a tastiera e trackpad/mouse, porta USB-C e tante altre caratteristiche che lo fanno sembrare un “Pro”. Ma è davvero così?

iPad air m1.jpg

L’iPad Air 2022 soddisferà di sicuro le esigenze della maggior parte degli utenti, e questo potrebbe influire effettivamente sulle vendite dell’iPad Pro da 11″ considerando soprattutto il prezzo (il Pro costa 200€ in più). In ogni caso, tra i due modelli ci sono delle differenze molto importanti.

In primis lo schermo. L’iPad Pro M1 offre un display ProMotion e una frequenza di aggiornamento di 120 Hz. Schermi simili sono presenti su iPhone 13 Pro e sull’ultimo MacBook Pro, per cui se possiedi uno di questi dispositivi e passi ad iPad Air di quinta generazione noterai la differenza in diverse circostanze, a causa della frequenza di aggiornamento ferma a 60 Hz. Inoltre, lo schermo miniLED dell’iPad Pro da 12,9 pollici è più luminoso, offre una gamma superiore di colori ed è chiaramente anche più grande.

Personalmente non ho mai avuto un iPad Pro da 11 pollici, proprio perché per me il grande vantaggio della gamma “Pro” è soprattutto quella di offrire uno schermo di dimensioni superiori. Da questo punto di vista, iPad Air e iPad Pro da 11 pollici sono molto simili.

Un display da 12.9 pollici consente di gestire molto meglio le app in multitasking, di avere più spazio per scrivere e disegnare, ma anche per modificare video e foto. Tra l’altro, se lavori molto con video e foto, iPad Air di quinta generazione parte da 64 GB (sicuramente non sufficienti) e arriva massimo a 256 GB. Con i modelli Pro ci sono anche opzioni da 1 e 2 TB.

L’iPad Pro offre anche più RAM rispetto all’iPad Air: fino a 16 GB rispetto ai soli 6 GB dell’Air. Considerando che iPadOS 15 ha rimosso la barriera dei 5 GB di RAM per le app da poter sfruttare nei software di editing video, gli utenti di iPad Pro avranno sicuramente dei vantaggi se lavorano con questa tipologia di app. Gli iPad Pro hanno anche una fotocamera migliore da 12 MP, con sensore ultra-wide da 10 MP e uno scanner LiDAR che può aiutare nei lavori con oggetti 3D e nei progetti di realtà aumentata.

Detto questo, entrambi hanno un limite che è l’attuale versione di iPadOS, non perfetta per utilizzi “pro” avanzati. Ne abbiamo parlato nel nostro ultimo OPINIONS.

Per concludere, iPad Air di quinta generazione risulterà perfetto per la maggior parte degli utenti, soprattutto per chi non ha necessità di uno schermo più grande e preferisce la portabilità. Chi, invece, lavora su foto e video, ha bisogno di più spazio di archiviazione e di uno schermo migliore, oltre che più grande, dovrà optare sulle versioni Pro.

E tu, quale preferisci?

Apple iPad mini in sconto su

Approfondimenti