iPad 2: ecco la prima recensione completa!

A poco più di 24 ore dal lancio ufficiale di iPad 2 in U.S.A, cominciano ad apparire in rete le prime recensioni dettagliate di chi ha avuto la fortuna di provarlo. Oggi ve ne proponiamo una davvero completa!

Dire che l’iPad 2 è un Tablet molto semplice da recensire è decisamente un eufemismo. Si tratta, certamente, di un “follow up” del modello dello scorso anno (che tuttora sta dominando il mercato delle tavolette) e non a caso è quasi identico a livello software e, sebbene molto migliorato, molto simile anche per quanto riguarda l’aspetto hardware ed estetico.

Con un display da 9.7 pollici, risoluzione 1024×768, le dimensioni e la forma generale del dispositivo sono rimaste le stesse e, anche se sotto il cofano c’è una nuova CPU Dual Core A5, più memoria RAM e un paio di fotocamere, la maggior parte dei cambiamenti di iPad 2 rispetto ad iPad sono solo cosmetici.

Inoltre se teniamo conto di come il primo iPad si sia inserito nel mercato e soprattutto di come abbia, finora, sbaragliato qualsiasi tentativo di imitazione da parte dei concorrenti, capiamo bene che questo nuovo modello, se pur più veloce, più fino e più elegante del suo predecessore, non romperà nuovamente gli schemi e non porterà la rivoluzione che ha portato, meno di un anno fa, l’originale

.

Dunque il dubbio che subito viene al potenziale acquirente è: per chi ha acquistato il primo modello 11 mesi fa o anche recentemente, vale la pena venderlo o regalarlo per prendere l’iPad 2? E soprattutto, cosa più importante, l’iPad 2 convincerà molti degli scettici che non hanno apprezzato il primo modello ad unirsi al gregge dei possessori di un iPad? Per chiarirci questi dubbi e altre questioni vediamo insieme questa completissima recensione del nuovo iPad 2.

HARDWARE

L’iPad 2 è quasi esclusivamente un aggiornamento hardware…e fin qui non ci piove. iOS è sempre lo stesso e i miglioramenti del nuovo firmware 4.3 sono fruibili anche aggiornando il primo modello. Dal punto di vista del design si nota subito la ricerca, da parte di Apple, di una forma ancora più sexy ed accattivante e prendendolo in mano anche solo un attimo lascia sbalorditi.

Quello che si nota immediatamente di iPad 2 è che è sottile, incredibilmente sottile. Al suo punto più spesso, la tavoletta è poco più di 8 millimetri ( mezzo centimetro più fino dell’iPad!!). Inoltre è leggermente più corto rispetto al modello precedente (24 cm di altezza), ma anche meno largo (18,5 cm contro i 19 di iPad).

Quando si tiene in mano, l’iPad 2 è uno spettacolo e proprio il fatto che sia così fino fa sì che la percezione di eleganza e di design sexy sia ancora più amplificata. D’altronde iPad 2 è addirittura più fino dell’iPhone 4, già decisamente sottile, e se pensiamo a tutto ciò che c’è dentro il Tablet Apple, non possiamo non stupirci. Il peso, come ultima caratteristica, scende da 680 grammi circa del primo iPad ai 600 grammi circa di questo nuovo modello.

Come per la versione precedente, la parte anteriore del dispositivo è occupata interamente dallo schermo, fatta eccezione la classica cornicetta ( che appare leggermente meno ampia rispetto a quella di iPad) e l’immancabile tasto Home nella parte inferiore.

La fotocamera frontale, a differenza di iPhone 4 in cui è alloggiata in alto ma spostata sulla sinistra per via dell’altoparlante, su iPad 2 è esattamente al centro, dalla parte opposta del tasto Home, per intenderci. Ed è quasi impercettibile, e dunque in perfetto stile iSight del Mac.

Sul retro c’è il familiarissimo e apprezzatissimo alluminio liscio del primo modello (qui addirittura ancor più liscio al tatto!), una piccola griglia dell’altoparlante in basso a sinistra e, a seconda del modello che si sceglie, solo Wifi o Wifi+3G, anche una barra nera (che non è altro che l’antenna 3G) lungo la parte posteriore in alto.

I pulsanti di volume/mute/rotazione rimangono lì dov’erano anche su iPad, così come l’alloggiamento Micro SIM, per le versioni 3G. Tutto il resto ( pulsante Power, jack cuffie e presa dock ) sono invariati.

Come sappiamo, iPad 2 sarà disponibile in 2 colori, bianco e nero, entrambi con l’alluminio nella parte posteriore.

In definitiva, per ciò che riguarda l’hardware puramente estetico non possiamo non ammettere che iPad 2 è davvero bello. Nessuna foto può rendere giustizia a un oggetto così e solo tenendolo tra le mani ci si accorge degli incredibili dettagli: il profilo sottile, i bordi conici, la sensazione di perfetto assemblamento….ecc. Certo, Apple è nota per il design e per l’attenzione maniacale ai particolari e qui ne abbiamo l’ennesima dimostrazione.

Interno/ Display / Audio

E siamo all’analisi delle componenti interne del nuovo iPad 2. Come per l’estetica, anche per l’hardware “sotto il cofano” sono stati apportate delle notevoli migliorie. Innanzitutto Apple ha sostituito il processore A4 dello scorso anno con un nuovo chip dual core a 1Ghz chiamato A5. Secondo le prove di GeekBench, la RAM di iPad 2 è raddoppiata, dai 256 Mb di iPad ai 512 Mb del nuovo modello, come l’iPhone 4. Probabilmente però si tratta di un update un pò troppo risicato per quanto riguarda questo aspetto e quasi tutti ci aspettavamo almeno 1Gb di Ram.

Lo schermo è identico al modello precedente, a 1024×768, display da 9,7 pollici con tecnologia IPS. Inutile negare che avremmo tutti voluto assistere all’ennesimo miracolo di Apple con l’introduzione di un mega display Retina, ma è ancora prematura come cosa e per ora non era fattibile. Detto questo bisogna comunque ammettere che lo schermo di iPad 2 si difende ancora bene.

Sul fronte wireless troviamo una connessione Wifi 802.11 a/b/g/n, il classico Bluetooth 2.1 EDR già noto e un chip AGPS solo nelle versioni 3G. Tutti i modelli sono dotati di un sensore di luce ambientale, un accelerometro e una nuova aggiunta: un giroscopio a tre assi identico a quello montato su iPhone 4.

Come abbiamo detto, l’altoparlante ora è unico e si trova nella parte posteriore in basso a sinistra. Il suono è molto più potente e nitido rispetto al primo modello ma, in presenza di rumori esterni, si necessità comunque di un paio di cuffie.

Performance

Come già detto prima, l’iPad 2 è dotato di un chip a 1Ghz dual core chiamato A5. Sempre secondo GeekBench, andando nello specifico, la Cpu ha un clock di 800Mhz. Durante la nostra prova, dunque, siamo rimasti davvero sorpresi dalla velocità con cui iPad svolge qualsiasi operazione: un altro pianeta rispetto al fratello più grande!

Le prestazioni della Cpu e della scheda grafica di iPad 2 sono praticamente ottimali sotto tutti i punti di vista: per i giochi, per le applicazioni che fanno largo uso della grafica o per quelle pesanti come GarageBand o iMovie, non ha mai dato segni di rallentamento o scarsa potenza di calcolo.

Durata della Batteria

Strano ma vero, la batteria di iPad 2 dura ancor di più di quella di iPad, di quasi 60 minuti: 10h26 min contro 9h33 min. Questo è stato possibile inserendo, all’interno della sottilissima scocca, ben tre batterie ai polimeri di litio, in un vero e proprio miracolo di micro architettura.

Dunque, ancora una volta, iPad 2 batterà la concorrenza diretta di Samsung e Motorola, fermi rispettivamente alle 6 ore del Galaxy Tab e le 8 ore del Motorola Xoom.

Nel test in oggetto, il nostro iPad 2 ha mandato in riproduzione continua uno stesso video per ben 10 ore e 26 minuti, con tanto di Wifi attivo e luminosità dello schermo al 65%.

Nulla da aggiungere quindi su una durata della batteria, per ora, senza eguali sul mercato.

Fotocamere

La buttiamo lì: le fotocamere dell’iPad 2 sono decisamente deludenti. Non sono inutili, sia chiaro, ma è bene sottolineare che i sensori impiegati non sono all’altezza della concorrenza. Non è un caso che le fotocamere usate su iPad 2 siano identiche a quelle usate su iPodTouch 4G. Dunque parliamo di un sensore “HD” posteriore, in grado di girare video in “alta definizione” ma foto di bassa qualità e di una misera cam VGA anteriore, utile solo per le videochiamate in Facetime.

Sinceramente ci aspettavamo per lo meno una fotocamera posteriore più potente e in grado di competere con la concorrenza agguerrita. E’ vero che Apple ha ascoltato gli utenti e ci ha regalato le due fotocamere su iPad, ma poteva sforzarsi un pò di più invece di darci, come sempre, le novità a rate. Non ci stupiremmo se con l’iPad 3 vedremo delle fotocamere ben più performanti.

Software

Come già successo l’anno passato con il lancio di iPad, anche iOS si aggiorna ed iPad 2 uscirà con il nuovo iOS 4.3 fresco di rilascio.

Si tratta di un aggiornamento minore con poche sostanziali novità, ma le chicche non mancano. In particolare, Apple ha migliorato le prestazioni del browser, ha aggiunto un più ampio supporto AirPlay, ha reso possibile attivare/disattivare l’interruttore di Mute/blocco rotazione e, solo su iPhone, ha introdotto la bella novità degli “hotspot personali” per condividere la propria rete con altri dispositivi iOS (ma non l’iPad 2!)

Inoltre Apple ha proposto, col lancio di iPad 2, due software molto amati nel mondo Mac, in versione studiata e riscritta appositamente per il Tablet: GarageBand e iMovie (che vedremo in azione in una nostra personale videoprova prossimamente )

Browser

Apple sostiene che con iOS 4.3 il browser integrato in iPad 2 raggiungerà velocità pazzesche rispetto al precedente. Questo grazie all’introduzione, in Safari Mobile, del motore Nitro Javascript che da una bella accelerata alle operazioni di caricamento e rendering delle pagine web. C’è da dire, però, che in questo campo Apple non padroneggia e concorrenti come ad esempio il Motorola Xoom, gareggiano alla pari:

Dalla nostra prova, tuttavia, esce fuori l’indiscutibile lentezza del primo iPad, che risulta decisamente insoddisfacente per ciò che riguarda, appunto, la velocità di reazione del browser. Detto questo, iPad 2 offre dunque un’esperienza di navigazione molto vicina a quella che abbiamo sui nostri portatili o desktop e in questo senso Apple si è impegnata molto.

Inutile ricordare che anche su iPad 2 sarà assente il supporto Flash e che, sebbene l’HTML 5 sia in rapida ascesa, ci sono ancora tantissimi contenuti web non fruibili su iPad 2 e questo ci rammarica molto. Sarebbe stato opportuno inserire la possibilità di abilitare e disabilitare il supporto Flash, a discrezione dell’utente. Utopia, lo sappiamo.

Facetime/PhotoBooth

Come ci si può aspettare, l’esperienza FaceTime su iPad non è molto diversa da quella su iPhone e Mac. Certo, lo schermo più ampio rende ben più appagante una videochiamata, ma il risultato è pressochè simile.

Come su iPhone 4 anche su iPad 2 FaceTime può essere utilizzato solo in presenza di reti Wifi disponibili, ma, a sua discolpa, non trattandosi di un cellulare bensì di una tavoletta, ha più senso come cosa. Su iPhone è assolutamente incomprensibile questo blocco.

Le immagini durante una videochiamata in Facetime non sono state sempre impeccabili e a volte qualche rallentamento o “spixellamento” lo abbiamo notato, soprattutto nei movimenti più rapidi.

PhotoBooth, invece, è davvero divertente anche se prevediamo che gli utenti la useranno solo per qualche minuto prima di stufarsi. E’ curioso come, su Mac OSX, PhotoBooth sia relegata come Applicazione di serie C, utile solo per far divertire i bimbi, mentre su iPad è stata addirittura presentata da Steve Jobs come grande novità esclusiva di iPad 2. Tra l’altro la Cpu arranca un pò quando si tratta di proporre le nove anteprime degli effetti disponibili all’interno di PhotoBooth e questo è curioso.

Conclusioni

Potrebbe risultare frustrante per la concorrenza ma questa cosa va detta: l’iPad 2 non è solo il miglior Tablet presente sul mercato, è assolutamente l’unico vero Tablet in circolazione. Gli altri sono dei piccoli surrogati, con pregi e difetti e qualche caratteristica interessante, ma nessuno è completo come iPad. Alcuni possono superare iPad in prestazioni, come abbiamo visto fare allo Xoom di Motorola in ambito navigazione web, ma questi sono solo dettagli. iPad, ancora una volta, si propone sul mercato come unica testa di serie e tanti outsider pronti a dargli ben poco filo da torcere. Questo ci sentiamo di dire oggi.

E non dimentichiamo l’aspetto più importante: il prezzo!

Come sappiamo, iPad 2 sarà venduto agli stessi prezzi del predecessore e questa è stata assolutamente una mossa vincente da parte di Apple. Dunque nuovamente l’iPad risulta la soluzione più economica in circolazione (basti pensare ai prezzi del Samsung Galaxy Tab)

Dunque l’iPad è un prodotto perfetto? Assolutamente no. Le fotocamere sono decisamente carenti, lo schermo è lo stesso dell’anno passato, il suo sistema operativo ancora migliorabile e piccole altre features che andrebbero riviste. Ma nonostante ciò, a 499 dollari, ne vale davvero la pena acquistarne uno.

Chiudiamo con un consiglio: chi ha già un iPad non si senta obbligato a comprare iPad 2. Non è indispensabile e, a meno che non sentiate un impulso irrefrenabile di usare le fotocamere, non ha senso spendere altri soldi per il nuovo modello. iPad è ancora competitivo.

A tutti coloro, invece, che non hanno un iPad o che erano scettici l’anno passato, diciamo: provate un iPad 2 e vediamo se anche questa volta resisterete all’acquisto.

[via]

PromoProva Kindle Unlimited fino a 3 mesi gratis!
Recensioni