DaVinci Resolve per iPad è pronto a TUTTO! – RECENSIONE

La recensione di uno dei software di editing video più professionali al mondo che arriva finalmente su iPad e che trasforma, dopo anni di tentativi, il tablet di Cupertino in un prodotto veramente professionale.

DaVinci Resolve per iPad è il software definitivo per il montaggio video sul tablet di casa Apple e offre tutte le principali funzionalità della versione desktop dedicate ad amatori e professionisti dell’immagine.

L’iPad è davvero diventato “grande”

Le potenzialità professionali di iPad si sono sempre potute apprezzare, soprattutto lato hardware con gli aggiornamenti degli ultimi 4-5 anni (già qui vi dicevo che un iPad poteva essere un computer vero e proprio) ma ciò che ha davvero cambiato il destino di iPad è l’adozione dei chip Apple Silicon M1 e poi M2 sui modelli Air e Pro. Non che Apple non disegnasse in autonomia i chip dei precedenti modelli ma è la corrispondenza esatta del processore montato su iPad e, al tempo stesso su Mac, ad aver permesso il salto generazionale.

ipad pro m2

A livello software, iPad non è mai stato totalmente rivoluzionato e iPadOS ha sempre portato con sé poche novità rispetto a ciò che i refresh hardware riuscivano a fare. Io, in primis, ho scelto di abbandonare iPad per qualche tempo, vendendo il mio ultimo iPad Pro 12.9” (2020) e lavorando solo ed unicamente su Mac. Ad ogni modo, da fruitore di iPad sin dalla prima generazione, non sono riuscito a rimanere impassibile davanti ad un certo annuncio: DaVinci Resolve arriva su iPad.

Per chi non conoscesse il software, come approfondiremo nel prossimo capitolo, Resolve è uno dei principali programmi di editing video usato dai professionisti di tutto il mondo, persino nel settore del cinema e della produzione televisiva. Avere quindi a disposizione la versione Studio di Resolve su iPad è un vero momento da immortalare e conservare nella storia recente. Si tratta, a mani basse, del più grande effetto wow che la tecnologia stantia e ripetitiva degli ultimi anni è riuscita a suscitare. Ma questo basterà a rendere l’iPad davvero grande?

Cos’è DaVinci Resolve e perchè è uno dei migliori software al mondo

DaVinci Resolve

Per lavorare nel mondo video non esiste solo Final Cut Pro: DaVinci Resolve è un software completo e potente in grado di assistere qualunque creator, videomaker e regista a sviluppare interi progetti. Dai documentari ai video promozionali, passando per serie TV e veri e propri film: la garanzia di professionalità di Resolve è firmata Blackmagic Design che, con la sua Color Science, guida il settore televisivo e cinematografico sin dagli anni 80.

Nel dettaglio, DaVinci Resolve permette di montare video, creare timeline complesse, lavorare sulla color correction, sfruttare gli effetti visivi, gestire il comparto audio e il relativo sound design, creare look visivi personalizzati, sfruttare le maschere per le correzioni secondarie e accedere ad una gamma completa di opzioni per la consegna del file finito. 

Tra i punti chiave che rendono Resolve così comodo e versatile nel mondo dell’editing video troviamo:

  • Supporto completo HDR
  • Dolby Vision
  • Strumenti per la Color Grading cinematografica
  • Ampio parco di plug-in
  • Lettura e gestione completa dei file Blackmagic RAW video e ProRes

In buona sostanza, si tratta di un avversario diretto di Final Cut Pro e di Adobe Premiere Pro, che ha il vantaggio di avere un’interfaccia molto intuitiva, di supportare qualsiasi piattaforma e di offrire i migliori strumenti per la gestione del colore e per la riduzione del rumore digitale. Le sue alternative professionali sono, per l’appunto, software estremamente complessi che attualmente girano solo su computer e non su iPad.

davinci resolve ipad
Visuale Cut

Blackmagic ha l’onore di portare il primo e vero software pro per l’editing video su iPad e lo fa su tutti i modelli più recenti, ovviamente con qualche limitazione in merito alle funzionalità più pesanti che richiedono almeno il chip M1 o M2 di iPad Air o iPad Pro o, per essere più precisi, la maggiore memoria unificata a disposizione (RAM).

Tutto ciò ha portato ad una grande e unica domanda nel settore: perchè Apple, che realizza in casa propria l’iPad e Final Cut Pro, non ha ancora sviluppato la versione del suo famoso software per iPadOS? Ci voleva Blackmagic a muovere davvero le acque? Probabilmente si, se consideriamo che anche Adobe Premiere Pro non è fruibile su iPad in versione completa ma solo in una versione ridotta che si chiama Premiere Rush mentre lo è sui Mac dotati del medesimo chip. Ciò che appare chiaro è che un produttore software deve, in ogni caso, adattare l’interfaccia alla macchina che eseguirà quel software e non sempre risulta facile convertire un programma desktop per essere usato non solo con mouse, trackpad e tastiera ma anche con gesti touch ed Apple Pencil.

DaVinci Resolve, però, è in grado di supportare tutti questi input e offrire un’esperienza sostanzialmente pari a quella desktop. Certo, i più esperti noteranno che alcuni pulsanti e alcune sezioni non sono presenti su iPad o sono stati/e spostati/e in altre posizioni più intuitive ma ciò che conta è che, nella sostanza, è possibile fare le stesse cose sia su iPad sia su Mac. 

ssd davinci resolve ipad
Uso di dischi esterni

Potenzialmente, avendo a disposizione storage ed energia elettrica è possibile lavorare a lunghi progetti su iPad, con tanto di effetti speciali, sfruttando all’occorrenza la cache di alcuni nodi molto complessi o i file proxy di camere con codec non supportati in modo nativo per alleggerire il lavoro. Gli strumenti ci sono tutti, si tratta solo di sapere come usarli.

proxy davinci resolve ipad
Preferenze proxy

Appare quindi chiaro che il vero e proprio sfidante per DaVinci è un software professionale, usato anche negli studi più rinomati al mondo, e non l’app di montaggio video medio/avanzato presente sullo store. Per carità, la maggior parte degli utenti non ha necessità di un’app mobile che possa realizzare un film e può tranquillamente sfruttare l’avanzato Luma Fusion, il gratuito CapCut, il versatile InShot e persino iMovie per realizzare prodotti video di qualità. Questa recensione non vuole essere una mera esaltazione di DaVinci a dispetto dei suoi avversari, in quanto ogni software di quelli menzionati ha svariati vantaggi e una platea di clienti ben definita; ciò che vogliamo intendere è che il nome Pro di iPad finalmente trova riscontro in un software Pro, non in termini di potenzialità ma in termini di utilizzo concreto. Ci sarà pure un motivo per il quale ad alti livelli si usano alcuni programmi e a livelli meno professionali se ne usano altri, più semplici ma non meno efficaci. 

color davinci resolve ipad
Pagina Color

Detto questo, a chi serve DaVinci Resolve su iPad? Sicuramente a tutti i professionisti ma anche agli utenti che, considerando la disponibilità gratuita del software di Blackmagic, vogliono un programma stabile e professionale per imparare a gestire un’interfaccia del genere. Un appassionato, ad esempio, può ottenere enormi benefici imparando ad usare un software che fa da standard nel settore, anche nella realizzazione di un piccolo video amatoriale o di qualche progetto per i social network, in quanto si troverà ad aver acquisito dimestichezza con un software che potrebbe rappresentare una sua eventuale fonte di reddito in futuro.

Come funziona Resolve su iPad?

titoli davinci resolve ipad
Interfaccia Resolve per iPad

L’interfaccia di DaVinci Resolve su iPad è praticamente la stessa del software visto su Mac, tranne per qualche ritocco che agevola l’esperienza MultiTouch e quella con Apple Pencil.

Parlando di prestazioni, non abbiamo avuto grossi problemi o rallentamenti durante l’uso, ad eccezione di qualche lag durante l’applicazione di effetti pesanti come la riduzione del rumore su clip 6K in ProRes oppure in formati estremamente compressi come gli H.265 di camere di ultima generazione. Su iPad Pro M2 il tutto viene agevolato dal media engine integrato nel SoC che aiuta con la codifica e la decodifica e che quindi rende molto più fluido il lavoro di editing.

avviso iPad chip a
Avviso per iPad precedenti ad M1

Parlando di dati tecnici, il nuovo DaVinci Resolve per iPad apre e crea file di progetto compatibili con la versione desktop di DaVinci Resolve 18 o versioni successive.

Le codifiche e i formati supportati sono:

  • H.264
  • H.265
  • Apple ProRes
  • Blackmagic RAW

Inoltre, abbiamo provato anche a lavorare con dischi esterni per l’importazione e l’esportazione dei file e abbiamo notato che il software risulta molto reattivo e completo nella gestione delle risorse, permettendoci anche di impostare il percorso per le cache del progetto.

resolve ipad
Interfaccia DaVinci Resolve per iPad

Nel dettaglio, si lavora agevolmente in real time e si possono sfruttare un paio di accorgimenti nel caso in cui i file siano pesanti da gestire oppure la loro sorgente sia un disco esterno dalla modesta velocità: dal tab Color è possibile attivare la cache sui vari nodi per caricare immediatamente le regolazioni mentre è possibile sfruttare, in generale, i file proxy per le lavorazioni più complesse, magari se si usano formati non supportati nativamente.

nodi color correction
Nodi di editing

Le principali caratteristiche di Resolve per iPad sono le seguenti:

Ecco le specifiche tecniche:

Funzionalità DaVinci Resolve iPad
Pagine Cut e Color ✔️
Pagine Media, Edit, Fusion, Fairlight, Deliver Si, con tastiera fisica
ProRes UHD ✔️
Neural Engine Solo versione Studio
H.264 ✔️
H.265 ✔️
Blackmagic RAW ✔️
Supporto Multi-Touch ✔️
Supporto Apple Pencil ✔️
Tastiere e mouse esterni ✔️
HDR Solo iPad 12,9″ M1 o M2
Feed video monitor esterno Via cavo o AirPlay
Dischi esterni Si, USB-C
Blackmagic Cloud ✔️

Come afferma anche Blackmagic, la pagina Color di DaVinci Resolve è lo strumento di correzione del colore più avanzato a Hollywood, usato per il colore e il finishing di film e programmi televisivi più di qualsiasi altro sistema.

color correction davinci
Color correction

Anche su iPad, tutti gli strumenti per la color correction primaria e secondaria sono a totale disposizione degli utenti, come i nuovi slider intuitivi per contrasto, temperatura e saturazione del colore. I tool più avanzati come il sistema di tracciamento delle modifiche selettive, le maschere, le Power Windows e il qualifier sono, invece, utilissimi per la correzione secondaria e per dare un look definitivo al progetto.

noise reduction
Riduzione rumore

Non possiamo dilungarci anche sui singoli titoli, effetti e sulle regolazioni a disposizione perchè questa diventerebbe un’enciclopedia e non più una recensione ma vi basti sapere che c’è praticamente tutto quello che può servire per lavorare anche a progetti professionali complessi da iPad, che siate in studio, in viaggio o al bar. Chiaramente, a livello di performance e di consumo energetico, le richieste sono piuttosto elevate quindi è sempre meglio avere le idee chiare sui tempi di lavoro e individuare eventuali prese per la ricarica da usare al bisogno, magari in treno o in aereo.

Dove sono i tab Fusion, Fairlight, Edit, Media e Deliver?

La principale differenza che salta all’occhio, rispetto alla versione desktop, è la mancanza dei tab Fusion, Fairlight, Media, Edit e Deliver; su iPad, infatti, sono presenti solo gli spazi di lavoro Cut Color. Tuttavia, la maggior parte delle funzioni risulta disponibile attraverso questi due tab che, offrono, così un editing più pulito e lineare.

Guardando, però, le cose da un punto di vista diverso, la mancanza di tutti i tab avanzati fa storcere il naso agli utenti più esperti e a chi ha speso circa 115€ per la versione Studio. Se fate parte di questa schiera di utenti, come me, sappiate che c’è un modo reale per attivare tutte le pagine mancanti anche su iPad, l’importante è avere a disposizione una tastiera collegata all’iPad.

mapping tab resolve
Associazione dei tab alle scorciatoie da tastiera

Per abilitare le varie sezioni, non servirà fare altro che aprire la pagina delle scorciatoie da tastiera (ALT+CMD+K), scendere fino alla voce Show Pages e inserire delle scorciatoie di tasti accanto ad ogni pagina da abilitare. Salvato il profilo basterà semplicemente attivare le scorciatoie da tastiera e vedremo comparire tutte le pagine aggiuntive.

Una volta sbloccate anche le pagine Fusion e Delivery, si hanno a disposizione quasi tutte le funzionalità del software ma bisogna comunque fare i conti con le risorse hardware. Probabilmente, nelle prossime release di Resolve per iPad, questi tab verranno abilitati se il team riuscirà ad ottimizzarli al 100%, motivo per il quale è possibile che Blackmagic abbia voluto tenerli nascosti nell’attesa.

Perché DaVinci Resolve è una rivoluzione?

color tab davinci resolve ipad
Color HDR

DaVinci Resolve non è una vera e propria rivoluzione in quanto si tratta di un programma che già conosciamo da anni ma è il suo approdo su App Store e iPadOS ad aver acceso una scintilla negli occhi degli appassionati video e dei professionisti. Non a caso, MotionVFX – una delle aziende leader nella produzione di plugin per software video come Final Cut Pro e DaVinci Resolve – ha deciso di mettersi al lavoro per realizzare un installer dei propri plugin per DaVinci Resolve dedicato ad iPad.

L’apertura a tutti gli elementi che rendono un programma professionale, come in questo caso i plugin o le console di controllo come lo Speed Editor, rappresenta un cambio di rotta ben definito. iPad è finalmente diventato uno strumento da lavoro, con tutte le carte in regola per essere non solo il sostituto di un computer durante i viaggi ma un alleato ancor più versatile che permette di lavorare ad alte performance in mobilità e di portare poi quel lavoro in sala di montaggio sullo stesso identico software che viene fatto girare su computer Mac, Linux o Windows che costano anche più di una dozzina di iPad.

blackmagic cloud
Fonte: Blackmagic.com

E con la sincronizzazione su Blackmagic Cloud, la collaborazione con i responsabili dei vari settori di produzione garantisce piena versatilità in ambito professionale: grazie alle funzioni cloud, ogni professionista può lavorare sul suo specifico compito (audio, color, montaggio, effetti, titoli) in una timeline condivisa e sempre aggiornata.

Prezzi e disponibilità di DaVinci Resolve per iPad

app store
Screenshot di App Store

DaVinci Resolve per iPad è un software disponibile in modo assolutamente gratuito come per le sue controparti desktop destinate a Mac, Windows o Linux. È possibile scaricare il software da App Store e iniziare subito a lavorare ai progetti video più complessi.

Chi cerca, tuttavia, una versione ancor più professionale con supporto a diversi formati, a risoluzioni superiori all’Ultra HD o ad effetti particolari può valutare l’acquisto in-app di Resolve Studio per iPad a meno di 120€. Si tratta, sostanzialmente, della stessa differenza vista già su Resolve per PC e Mac. Peccato che non sia possibile, almeno ad oggi, usare la licenza di Resolve Studio per computer anche su iPad.

A chi possiede, infine, un iPad meno avanzato dei modelli con chip Apple Silicon M1, consigliamo la sola versione gratuita in quanto sarebbe un peccato spendere denaro per la versione Studio e non poterla sfruttare appieno date le limitazioni hardware.

9,2

DaVinci Resolve per iPad è la vera sorpresa del 2022, giunta a pochi giorni dalla fine dell’anno: finalmente l’iPad diventa uno strumento molto più affidabile e professionale per chi lavora tutti i giorni con i file video. Il software è già ottimo, ha quasi il 95% delle funzioni che si trovano su desktop e gira estremamente bene su iPad Pro M2 (lo stesso vale per M1). I modelli precedenti ad Apple Silicon M1 sono limitati alle risoluzioni Full HD, il che non è comunque un male e permette agli indecisi di sperimentare e valutare l’acquisto di una macchina più performante. Nel prossimo futuro, arriveranno probabilmente maggiori ottimizzazioni e maggiori funzionalità, così come dovrebbero arrivare anche le pagine aggiuntive Fusion, Fairlight e via discorrendo. Già ad oggi, tuttavia, questo è il miglior software di gestione video presente su iPad.

  • Stabilità
    9
  • Reattività
    9,5
  • Interfaccia grafica
    9,5
  • Prestazioni e Batteria
    9
  • Funzioni
    9,5
  • Ottimizzazione vecchi dispositivi
    8,5
  • Qualità/Prezzo
    9,5

iPad 10 in sconto su

Recensioni