I tifosi più social in Europa? Gli italiani…

Una recente indagine condotta da MasterCard svela che gli italiani sono i tifosi europei che stanno più tempo sui social durante le partite e gli eventi sportivi, soprattutto tramite smartphone e tablet.

ve-vr-mi-milano-san-siro-stadium_e-900x540

Da questo studio, emerge che gli italiani sono tra i tifosi più attivi sui social network in Europa, oltre il 92% di loro infatti utilizza costantemente piattaforme come Facebook, Twitter ed Instagram. Italia e Spagna si contendono il secondo posto sul podio quando si tratta di condividere, commentare o celebrare i momenti salienti delle partire e le vittorie della propria squadra, persino allo stadio: pubblicano 1 o 2 post e twittano durante gli incontri rispettivamente il 45% e il 49%; al primo posto invece i tifosi turchi (84%).

Lo studio fa notare anche come la presenza dei propri idoli calcistici sui social network abbia un’incisiva influenza sulla maggior parte dei tifosi europei (69%). In particolare, il dato percentuale più elevato si registra in Turchia (92%), mentre solo il 50% dei tifosi inglesi pensa che i calciatori dovrebbero essere attivi sui social.

Facebook è il canale social più popolare tra gli appassionati di calcio, in tutta Europa (63%), soprattutto tra i tifosi di età compresa tra i 45 e i 54 anni. In Italia ben l’81% dei rispondenti utilizza Facebook come prima piattaforma dove condividere stati d’animo e commenti quando si tratta di eventi sportivi e non solo, contro il solo 18% dei tifosi russi. Quando si tratta di aggiornarsi sulle ultime notizie sportive, il 64% dei tifosi europei afferma di utilizzare i social media come canale preferenziale, soprattutto tra i 25 e i 35 anni.

Altre curiosità emerse dall’indagine:

  • Gli italiani, quando seguono i match da casa, sono i tifosi più attivi sui social (49%)
  • Italiani (42%) e spagnoli (47%) preferiscono seguire i commenti in diretta
  • Turchi ed italiani amano condividere soprattutto le vittorie, rispettivamente 66% e 45%
  • I più riservati sono: israeliani, tedeschi e inglesi, che non condividono sui social informazioni durante gli eventi calcistici

Secondo lo studio MasterCard, il 69% degli appassionati di calcio europei vorrebbe avere a disposizione il Wi-Fi gratuito in tutti gli stadi, soprattutto gli italiani (79%). Un altro servizio che in Italia sta diventando sempre più richiesto dai tifosi è la possibilità di effettuare pagamenti tramite contactless all’interno degli stadi, sia per la validazione dei biglietti (37%) sia per gli acquisti di cibo, bevande e merchandising (34%).

Tra i 5.000 fan coinvolti nel sondaggio, Lionel Messi conferma il primo posto come giocatore più “chiacchierato” sui social media. L’attaccante del FC Barcellona è primo in classifica in tutta Europa, anche se gli italiani esprimono una forte preferenza per l’idolo bianconero Gianluigi Buffon.

Esaminando i trend delle conversazioni in Italia, è emerso inoltre che, nonostante non sia riuscita ad accedere alla finale, la Juventus è stata la squadra che ha monopolizzato l’attenzione dei tifosi e la sua sconfitta contro il Barcellona, lo scorso anno, è stato il momento storico della UEFA Champions League più discusso sui social italiani.

I tifosi inglesi sono quelli che hanno generato il maggior traffico e volume di conversazioni attorno alla UEFA, seguiti a sorpresa dai francesi (nonostante la Francia abbia partecipato alla competizione con solo tre squadre) e dagli spagnoli. Dallo studio, infine, emerge anche il tono delle conversazioni che sono avvenute tra i tifosi dei 16 paesi europei: l’Ucraina è il paese dove gli appassionati di calcio hanno postato e condiviso i commenti più positivi, soprattutto dopo che la Dynamo Kyiv ha superato ogni aspettativa qualificandosi ai gironi dell’Europa League nella stagione 2014/2015 e della Champions League nella stagione in corso.

Gran parte degli utilizzi avviane tramite smartphone allo stadio, ma su tablet, e in particolare iPad, da casa.

Apple Magic Keyboard in sconto su

Curiosità