iPad Pro 2020, le cinque novità più importanti del nuovo tablet Apple

Le 5 novità più importanti degli iPad Pro 2020, tra fotocamere, processore, scanner LiDAR e non solo.

L’iPad Pro 2020 parte da una base molto solida come quella dei modelli 2018, apportando però alcuni miglioramenti che riguardano il comparto multimediale, ma non solo.

iPad Pro 2020

Ecco le cinque novità più importanti degli iPad Pro 2020.

Più spazio di archiviazione e RAM

Finalmente, Apple ha eliminato dal proprio listino il modello da 64 GB, sperando che questa scelta si ripeta anche con i prossimi iPhone. Ora, il modello “base” è quello da 128 GB il cui prezzo è di 899€ per la versione da 11 pollici e di 1.119 per la versione da 12.9 pollici. Le altre opzioni sono quelle da 256 GB, 512 GB e 1 TB.

Visto che l’iPad Pro è sempre più uno strumento di lavoro, anche grazie al supporto ai trackpad, gli utenti avranno sempre più bisogno di spazio per nuove app e contenuti. Senza dimenticare i giochi, che ormai sono diventati una parte importante dell’intero settore tablet. Tutto questo spazio può essere gestito in modo ancora più avanzato grazie all’app File.

Un’altra novità è la RAM. Adesso, tutti gli iPad Pro offrono 6GB di RAM e consentono di gestire al meglio più app complesse come quelle per il video editing, la modifica delle foto, la gestione di progetti musicali e così via.

Design

ipad pro

Anche se le differenze sono poche rispetto al modello precedente, l’iPad Pro 2020 rimane uno dei tablet più belli in commercio. La parte frontale è formata da un grande display con cornici molto sottili, con la qualità dello schermo Super Retina che supera qualsiasi altro modello concorrente.

Considerate anche le dimensioni degli schermi, l’iPad Pro 2020 rimane un prodotto super-portatile anche grazie al peso contenuto (473 grammi per il modello da 11″ e 643 grammi per la versione da 12.9″). A livello di connettività abbiamo la porta USB-C che può essere collegata a qualsiasi hub per aumentare le potenzialità del tablet (aggiungendo, ad esempio, porte USB, HDMI o LAN).

Infine, questo iPad Pro è accompagnato da una nuova tastiera con trackpad integrato, che aumenta sensibilmente la produttività del tablet.

Fotocamera

L’iPad Pro 2020 offre lo stesso obiettivo grandangolare da 12 MP e un nuovo obiettivo ultra grandangolare da 10 MP. Il modulo  include anche il nuovo sistema LiDAR per la mappatura 3D, che consentirà di godere al meglio di app e servizi AR. La nuova fotocamera può anche catturare video a 24 frame al secondo in 4K (il modello precedente arrivava a 30 FPS in 4K).

Con l’obiettivo grandangolare abbiamo un angolo di visuale pari a 125 gradi, che consente di scattare foto a grandi gruppi di persone o di prendere paesaggi più larghi in modo semplice e veloce. Peccato manchi ancora il supporto ai Ritratti con effetto sfocato.

LiDAR e Realtà Aumentata

Di certo, lo scanner LiDAR è la novità hardware più importante degli iPad Pro 2020. Questo sistema misura la distanza dagli oggetti circostanti fino a 5 metri eseguendo una lettura a livello di fotone e a velocità nell’ordine dei nanosecondi. Lo scanner LiDAR funziona sia di giorno che di notte. Si tratta quindi duna tecnologia time-of-flight che spara laser a bassa potenza in un ambienta a crea una mappa 3D di tutti gli oggetti, così da migliorare gli utilizzi in ambito di realtà aumentata.

I  framework di profondità in iPadOS combinano i punti di profondità misurati dallo scanner LiDAR con i dati inviati dalle due fotocamere e dai sensori di movimento, sfruttando anche gli algoritmi di computer vision sul chip A12Z Bionic per rilevare con più precisione i dettagli della scena. Tutto questo permetterà di avere nuove esperienze di AR.

Ovviamente, per provare nella pratica questa novità bisognerà attendere l’uscita di app e giochi che sfruttano al meglio il nuovo ARKit.

LEGGI ANCHE: iPad Pro 2020 e iPad Pro 2018, vale la pena acquistare il nuovo modello?

Performance

Il nuovo processore A12X non aggiunge molto in termini di prestazioni, ma offre una GPU a otto-core (una in più del precedente modello) con risultati decisamente migliori. In termini pratici, questo significa che potremo vedere miglioramenti in giochi e altre app grafiche, ma anche lavorare in modo più rapido alla modifica di foto e video

Anche se le differenze sono poche rispetto agli iPad Pro 2018, i benchmark confermano prestazioni di altissimo livello che, nella pratica, si traducono in app e giochi lanciati praticamente in modo istantaneo.

E voi, quale caratteristica preferite?

Approfondimenti